Notícia

Giorno del ringraziamento a Kutkai e Muse

Myanmar Immagine correlata a Giorno del ringraziamento a Kutkai e Muse

Myanmar. Il 12 gennaio 2019 alcuni membri della Comunità Educativa in Myanmar, composta da 7 suore, 1 collaboratore laico, una pre-aspirante e due ragazze delle comunità FMA, visitano il campo profughi di Kutkai. La visita è parte della Giornata della Gratitudine Ispettoriale in Myanmar. Si realizza come un'opportunità per condividere l'esperienza della cura e dell'amore di Dio con i fratelli e le sorelle sofferenti che sono stati costretti a lasciare la propria terra a causa della guerra civile in corso nello Stato di Kachin.

Con l'aiuto e la collaborazione di Don Luigi, Direttore del KMSS (Karuna Myanmar Social Service) della Diocesi di Lashio, e Don Tino, Procuratore della Diocesi di Lashio, il gruppo è in grado di connettersi con i 46 IDP di Kutkai e Muse ed è ospitato nella residenza del Vescovo. Don John Gam Seng (SDB) e altri 2 laici hanno accompagnato il gruppo a Kutkai per la distribuzione dei beni.

Kutkai è distante dalle comunità delle FMA che sono a Pyin Oo Lwin, piccola città nello Stato Shan del Myanmar Centrale Orientale, ed è stata scelta per essere il cuore della Celebrazione della Gratitudine. Si trova a circa 964 km da Yangon e 398,6 km da Pyin Oo Lwin. Ci vogliono circa 9 ore in autobus da Anisakan, Pyin Oo Lwin per raggiungere il luogo. Kutkai è un posto vicino a Musè che confina con la Cina. È davvero una periferia che merita l'attenzione di ogni gruppo che vuole portare aiuto a coloro che ne hanno bisogno. Ci sono 28 famiglie sfollate (135 persone) nel campo che si trova all'interno del complesso della Chiesa cattolica. Le famiglie sono cattoliche della tribù Kachin e Shan. Il capo catechista, Saya Naung Latt, che assiste le famiglie, racconta che a causa degli scontri tra l'esercito birmano e l'esercito delle tribù, molte persone fuggono dai propri villaggi e trovano un posto per il loro temporaneo rifugio nella città di Kutkai. È lontano dal loro villaggio chiamato Naung Phan che dista circa 15 km da Kutkai.

Sono 6 anni che le famiglie soggiornano nel campo grazie all’aiuto e alla cura dei gruppi della società civile e delle autorità locali. Il gruppo di beneficenza KMSS di Lashio e la ONG forniscono sostegno per i bisogni essenziali di alloggio, assistenza sanitaria e istruzione.

Ci sono un gran numero di donne e bambini che soggiornano nel campo. Gli adulti girano per cercare qualsiasi lavoro che riescano a trovare, specialmente per provvedere ai bambini e agli anziani. Trovandosi in una tale situazione, i bambini non possono studiare bene e quindi interrompono gli studi e lavorano per guadagnare un salario minimo. A marzo le famiglie saranno trasferite a Gale Zup Aung, a 14 km da KutKai dove, si spera, potranno iniziare a ricostruire le loro vite.

È commovente vedere queste famiglie: bambini, giovani, anziani e adulti raggianti di gioia mentre s’incontrano ringraziando il gruppo per i piccoli oggetti che ricevono dalla gentilezza di molte persone.

La solidarietà con le 46 famiglie IDP di Kutkai e Musé della diocesi di Lashio è il gesto concreto delle Suore Salesiane per ringraziare il Signore della sua bontà verso il popolo. La visita è stata possibile grazie all'aiuto degli amici singaporiani del Progetto Kyrie che hanno contribuito per sostenere il gruppo di sfollati interni.

2 Comentários Escrever comentário

  • Sr. Jessica Salvana04/02/2019 12:57:32Thank you Sr. Kathleen for your encouragement! We try to reach out in our own little way....so much to explore in Myanmar to visit our suffering brothers and sisters in the refugee camps.
  • sr. Kathleen Taylor03/02/2019 17:47:36Well done. Your initiative it indeed worthy of our Salesian Family. I am proud of you and will hold you all in my prayers. Sr. Kathleen Taylor
  • Escrever comentário