Notizie

Papa Francesco in Mozambico

Mozambico Immagine correlata a Papa Francesco in Mozambico

(Mozambico). La visita del Papa in Mozambico è stata accolta dalle Figlie di Maria Ausiliatrice come un momento di grazia in preparazione al Capitolo Ispettoriale che si svolgerà dal 25 al 28 settembre. La visita è stata preceduta da incontri di formazione, dibattiti sulla situazione in cui si trova il Paese, preparazione spirituale con la celebrazione penitenziale, vissuta con tutte le comunità cristiane e la preparazione della liturgia in cui, molte FMA, sono state coinvolte nel canto e nella danza.

Delle Figlie di Maria Ausiliatrice erano presenti agli incontri con il Papa 33 sorelle e 3 aspiranti. Suor Carla Baietta una delle prime F.M.A. in Mozambico, 102 anni, ha avuto la gioia di partecipare all'incontro dei consacrati con il Papa che l’ha salutata personalmente. Anche Suor Petra Esteban Valcabado, 86 anni, ha vissuto questo momento di gioia. Suor Giustina Zanato, per il suo giubileo di 50 anni di vita religiosa, ha ricevuto in dono dal Nunzio Apostolico Don Piergiorgio Bertoldi l'opportunità di partecipare alla Messa privata con Papa Francesco alla Nunziatura Apostolica.

Al momento del congedo del Santo Padre con gli impiegati della Nunziatura, anche Suor Carla ha avuto la gioia di vivere un'altra esperienza privilegiata con la presenza del Santo Padre. Momento forte della visita del Papa è stato il momento della celebrazione eucaristica, vissuto con molta emozione e grande fede per il messaggio di speranza portato dal Santo Padre. Molto importante è stata la collaborazione delle autorità locali per rendere la visita significativa, con la disponibilità dei giovani volontari, con i medici cattolici che hanno dato il loro contributo per gli incontri con il Papa. La presenza del Papa è stato un momento privilegiato per il rinnovamento della fede di ogni FMA e quella del popolo mozambicano.

I segni, le immagini parlavano di pace in sua presenza. Il suo messaggio al tempo dell'Eucaristia è stato accolto calorosamente come profezia e ha portato i leader della nazione a riflettere. Alla fine della celebrazione eucaristica, tutti sono tornati nelle loro case felici e come ha detto il Santo Padre, “so che vi siete bagnati tutti… spero con acqua benedetta!” Molti hanno camminato tanto senza sentirsi stanchi, perché sono tornati pieni di conforto pace e speranza.

0 Commenti Scrivi un commento

    Non ci sono commenti
  • Scrivi un commento