Notizie

Seminario ACSSA-EUROPA

Bratislava (Slovacchia) Immagine correlata a Seminario ACSSA-EUROPA

Bratislava (Slovacchia). Dal 31 ottobre al 4 novembre 2018 si è tenuto al Centrum Salvator di Bratislava il Seminario europeo dell’ACSSA (Associazione Cultori di Storia Salesiana) volto a presentare Figure salesiane rilevanti fra XIX e XX in Europa, Salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice, che diversi per formazione, cultura, abitudini, contesti di azione, ruoli svolti in Congregazione, in un tratto breve o lungo della loro vita hanno vissuto in modo significativo, innovativo, o comunque particolare, qualche aspetto specifico dell’unica missione salesiana.

Escluse in partenza le figure dei santi, beati, venerabili e servi di Dio che godono già di una certa letteratura e quelle dei Rettori Maggiori, Madri Generali e loro Consiglieri già oggetto di studi precedenti, è tuttavia emersa una galleria di 22 SDB (vescovi, preti, coadiutori) e 12 FMA (pioniere, missionarie, insegnanti, assistenti, direttrici, incaricate di fondazioni), che nella loro “originalità” di azione offrono altrettante sfaccettature di quella che è stata la vita e la vitalità salesiana dell’epoca, in risposta a contesti politici ed educativi diversi. I Paesi rappresentati per le FMA sono stati Slovacchia, Polonia, Austria-Germania, Gran Bretagna, Spagna, Italia.

Trattandosi di un Seminario di metodologia, ogni relatore ha potuto rendersi conto, personalmente e nel dialogo, delle diverse modalità di individuare le fonti di studio in vari archivi, di interrogarle con intelligenza, di analizzarle in profondità e di interpretarle senza anacronismo e alterazioni deformanti. Affinato così nel confronto il metodo di lavoro, ognuno potrà migliorare l’esito della propria ricerca in vista del Convegno Internazionale, già fissato per il novembre 2020.

All’inizio dei lavori la presentazione sia del contesto storico ecclesiale della Slovacchia dal primo dopoguerra al 1990, sia dei gruppi SDB, FMA e VDB presenti nel Paese, ha introdotto i partecipanti in modo efficace nell’ambiente, ancor più grazie a testimoni della consacrazione vissuta in clandestinità. Anche la giornata “libera” – con la visita ai luoghi “storici” di Šaštjn, Devjn e Vajnory, all’Archivio nazionale della memoria di Bratislava e la presentazione del DVD sulle testimonianze delle religiose in campi di concentramento, è stata vissuta nella medesima logica: mettere a diretto contatto con luoghi, situazioni, documenti, persone, eventi del passato, tutti elementi che costituiscono “fonti” di ogni seria ricerca storica.

Il seminario di Bratislava si è inserito fra l’analogo Seminario dell’ACSSA-ASIA SUD tenutosi a Hyderabad (India) dal 22-24 giugno 2018 e i successivi Seminari dell’ACSSA ASIA EAST che si terranno a Sam Phran (Thainlandia) dal 10 al 15 febbraio 2019, dell’ACSSA-AFRICA di Nairobi (Kenia) dal 4 al 10 marzo 2019, e dell’ACSSA delle AMERICHE che avrà luogo a Buenos Aires dal 18 al 22 marzo 2019.

Al termine della quattro giorni è stata espressa la comune soddisfazione per il lavoro svolto, per le prospettive di immediato futuro (2020), per il clima di collaborazione che si è avuto, nonché per la squisita accoglienza e il costante accompagnamento da parte delle FMA e dei SDB di Bratislava.

Nel sito https://acssaeuropa.wixsite.com/acssaeuropa2018 si possono trovare informazioni e i testi delle ricerche.

3 Commenti Scrivi un commento

  • sr. Grazia Loparco07/11/2018 10:00:46Virginia Ferraro Ortí, (Spagna), Frances Pedrick (Gran Bretagna), Alba Deambrosis operativa in Austria e Germania, Mária Černá (Slovacchia), Anna Juzek (Polonia), Margherita Mariani, Alfonsina Finco, Maria Zucchi, Clotilde Morano, Annetta Uri, Iside Malgrati, Flora Fornara (Italia) hanno lasciato tracce di intraprendenza educativa, di scelte salesiane capaci di farci riflettere. “Le radici non sono il passato dell’albero, sono la garanzia della sua vitalità”. (J. Tolentino)
  • sr. Grazia Loparco07/11/2018 09:42:19Tra i 44 partecipanti al Seminario, diversi hanno avuto a Bratislava il primo contatto con la fede vissuta in clandestinità, con la figura del Beato T. Zeman, sua sorella minore e un nipote, traendone molte riflessioni che si impegnano a far conoscere nei propri ambienti. Un grazie speciale a sr Monika, ispettrice, sr Kamila e sr Adrika, insieme a tante altre sorelle, che hanno dato qualità all'ospitalità e favorito incontri significativi. FMA, Salesiani e laici siamo partiti arricchiti dalle ricerche e non meno dalla testimonianza. Grazie all'Istituto che con l'ACSSA accresce la conoscenza e il senso di appartenenza alla Famiglia Salesiana, fondandosi su persone e fatti. Il dinamismo della storia, a cui le persone possono contribuire, e non la ripetitività rassegnata al presente, ha attraversato quello che abbiamo visto e ascoltato. Nel sito, chi desidera può avvicinarsi a questa esperienza.
  • sr. Grazia Loparco07/11/2018 09:41:57Tra i 44 partecipanti al Seminario, diversi hanno avuto a Bratislava il primo contatto con la fede vissuta in clandestinità, con la figura del Beato T. Zeman, sua sorella minore e un nipote, traendone molte riflessioni che si impegnano a far conoscere nei propri ambienti. Un grazie speciale a sr Monika, ispettrice, sr Kamila e sr Adrika, insieme a tante altre sorelle, che hanno dato qualità all'ospitalità e favorito incontri significativi. FMA, Salesiani e laici siamo partiti arricchiti dalle ricerche e non meno dalla testimonianza. Grazie all'Istituto che con l'ACSSA accresce la conoscenza e il senso di appartenenza alla Famiglia Salesiana, fondandosi su persone e fatti. Il dinamismo della storia, a cui le persone possono contribuire, e non la ripetitività rassegnata al presente, ha attraversato quello che abbiamo visto e ascoltato. Nel sito, chi desidera può avvicinarsi a questa esperienza.
  • Scrivi un commento