Notizie

Vita che si apre a nuovi orizzonti

Roma (Italia) Immagine correlata a Vita che si apre a nuovi orizzonti

Roma (Italia). Si è svolta dal 7 ottobre al 4 novembre 2017 l’esperienza del Progetto Mornese in lingua portoghese. É stata un´esperienza d’incontro con le radici e fonti carismatiche in questo anno del 140º della Prima Spedizione Missionaria delle Figlie di Maria Ausiliatrice e del Bi-centenario della nascita del salesiano Don Domenico Pasquale Pestarino, direttore spirituale di Madre Mazzarello e della prima comunitá.

Le partecipanti si raccontano: «Per noi é stato un modo per ravvivare la gioia della vocazione e consacrazione. Siamo un gruppo di 11 FMA di lingua portoghese, provenienti da tre paesi: Timor Est, Mozambico e Brasile, coordinate da suor Lucia Nair Tironi, BPA e suor Ana Cleiba Palheta Lima, BMA e Suor Carmen Figueroa di Puerto Rico, coordinatrice generale del Progetto Mornese, inserita nella comunità del Collegio di Mornese. Abbiamo avuto la gioia della presenza e partecipazione del brasiliano, Pe. Sergio Ramos de Souza, SDB, che ha accompagnato la tappa di Mornese.

La nostra vocazione é nata da un profondo senso della vita ecclesiale, così come lo erano le esperienze di Don Bosco e di Madre Mazzarello. Questa convinzione ci ha portato a rinnovare il nostro impegno per consolidare il nostro inserimento in una Chiesa locale e, in questo particolare momento, ad essere Chiesa in “uscita” come ci chiede Papa Francesco per dare la nostra vita ai giovani più poveri, come hanno fatto i nostri Fondatori.

Da questa forte esperienza ecclesiale vissuta a Roma siamo partite per attingere alle fonti carismatiche dell'Istituto, e approfondire i valori della nostra spiritualità e missione. É stata grande l´emozione nel sentire come Don Bosco è vivo e attuale e come Madre Mazzarello ha saputo cogliere le ispirazioni dello Spirito Santo, che l´hanno preparata per lo stesso sogno carismatico a favore delle giovani. I due grandi Santi hanno percepito le reali esigenze dei giovani e hanno saputo dare risposte adeguate anticipando i tempi, vivendo intensamente la filiazione a Maria Ausiliatrice, che, fin dall'infanzia, ha indicato i percorsi affinché divenissero strumenti di salvezza per il gioventù piú povera.

Noi, figlie di Maria Ausiliatrice, sentiamo la gioia di seguire Gesù Cristo, che ci invita a camminare insieme ai giovani e ai laici, come ha fatto Don Bosco e Madre Mazzarello e molte delle nostre sorelle. Quindi, ci impegnamo a rinnovare la passione per la missione educativa com l'evangelizzazione nelle nostre diverse realtà in modo che i giovani possano crescere come "Buoni cristiani e onesti cittadini"».

0 Commenti Scrivi un commento

    Non ci sono commenti
  • Scrivi un commento