Notizie

Mentalità progettuale

Quito (Ecuador) Immagine correlata a Mentalità progettuale

Quito (Ecuador). Dal 23 al 30 agosto 2017, nella casa di spiritualità “Maria Ausiliatrice” dell’Ispettoria “Sacro Cuore” (ECU) si è svolto l’incontro formativo sugli Uffici di sviluppo, animato da suor Vilma Tallone, Economa generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, suor Cristina Camia, collaboratrice dell’ambito per l’amministrazione e dal Signore Guido Barbera Presidente l VIDES esperto nella gestione dei Progetti.

All’incontro hanno partecipato le FMA delle ispettorie delle Antille (ANT), delle quattro ispettorie della Colombia (CMA; CMM; CBN; CBC), dell’Argentina (ABB); delle due ispettorie del Messico (MME, MMO), del Centroamerica Sud (CAR), del Perù (PER), di Haiti (HAI), del Paraguay (PAR), del Cile (CIL) e dell’Ecuador (ECU).

Dopo il saluto di benvenuto dell’ispettrice dell’Ecuador suor Beatriz Navarro, suor Cruz María Pelaez, economa ispettoriale dell’Ecuador ha invitato ciascuna delle partecipanti a fare una breve presentazione della propria ispettoria.

Suor Vilma dopo aver salutato i partecipanti, presenta la sua esperienza e le attese e prospettive del lavoro dell’Ufficio di sviluppo, missione che svolge insieme ad una equipe di collaboratori laici e Fma.

L’incontro si è basato su documenti ecclesiali e carismatici e tutti hanno avuto il focus sulla mentalità progettuale.

La finalità di un’ufficio di sviluppo è stata presentata alla luce dell’Enciclica Caritas in veritate (11, 16 e 17). Tra le caratteristiche di un ufficio di sviluppo si è sottolineata la sostenibilità, quale ricchezza che cambia la vita. Si è parlato anche di sostenibilità economica, sociale, ambientale e istituzionale.

Si è sottolineato che, nel processo, è importante essere attenti in modo che, di fronte alle sfide, non si verifichino errori relativi:

  • al perseguire obiettivi di efficienza e professionalità a tutti i costi
  • a considerare che è sufficiente la buona volontà, l'amministrare può soffocare il carisma
  • al lavorare in rete che comprometta il carisma e i valori

In questa atmosfera di novità, Don Bosco motiva e dice che bisogna scegliere l'amore alla povertà e la fiducia illimitata nella Provvidenza.

Al termine della giornata, suor Cristina Camia ha richiamato le aspettative che ciascun partecipante porta con sé e poi suor Vilma conclude invitando i presenti a condividere di più l'uno con l'altro, a sentirsi istituto e ha espresso l’augurio che tutto l’incontro è un'occasione per allargare gli occhi ai bisogni dell’oggi e a essere con i giovani missionari di speranza e di gioia.

FLICKR Ispettoria "S. Cuore" (ECU)

2 Commenti Scrivi un commento

  • Sor Marleny CMM07/09/2017 02:10:21Viva Jesús sor Vilma y Hermanas participantes, gracias por tan maravilloso encuentro. Sor Ángela Lucía vino muy contenta y animada por los objetivos alcanzados y la motivación a seguir trabajando con alegría y audacia en la formación de niños y Jóvenes, de manera especial los más necesitados. Estamos llamadas a mirar con esperanza la sostenibilidad, como una riqueza que cambia la vida y hace crecer a las personas.
  • Sor Rosa Molina Ecuador06/09/2017 02:00:47Gracias Sor Vilma y equipo de trabajo por animarnos a "ensanchar la mirada a las necesidades de hoy". Que Dios y nuestra Madre Auxiliadora, fecundice la labor en cada Inspectoria
  • Scrivi un commento