Notizie

A Bled un “tuffo” nella spiritualità salesiana

Bled (Slovenia) Immagine correlata a A Bled un “tuffo” nella spiritualità salesiana

Bled (Slovenia). Gli esercizi spirituali dal 29 luglio al 5 agosto sono stati vissuti dalle Figlie di Maria Ausiliatrice dell’Ispettoria Sloveno-croata (SLC) come una grazia speciale a 140 anni dalla prima partenza missionaria. Tutte le partecipanti hanno vissuto un “tuffo” nello spirito delle origini mornesine. Gli esercizi infatti li ha guidati la Segretaria generale dell’Istituto FMA suor Piera Cavaglià. Le meditazioni hanno approfondito il carisma da angolature diverse unificate attorno al tema: Un sogno di Dio che si realizza nel tempo. Hanno toccato aspetti chiave della spiritualità salesiana evocando la dimensione storica e l’aderenza alla realtà di oggi segnata da tante sfide e opportunità inedite.

Il 5 agosto, nel 145° anniversario della fondazione dell’Istituto delle FMA, ha avuto l’impronta di una festa piena di gratitudine per il dono della chiamata alla vita religiosa nello spirito salesiano che tutte sentiamo iscritto profondamente nei nostri cuori.

Si sono unite con grato affetto alle sorelle che hanno celebrato il 50° della professione, tra cui suor Piera con altre due FMA. Tre hanno celebrato il 25° e suor Barbara Mocenik ha emesso i voti biennali nella bella e artistica Parrocchia di Bled dove l’Ave Maria di Schubert, cantata da un giovane, ha fatto esultare di gioia e di commozione perché davvero “Maria ha fatto e continua a fare tutto” in chi segue Gesù.

Per l’Ispettoria inoltre, a 30 anni dalla sua erezione, lo stesso giorno ha segnato l’inizio del mandato della nuova ispettrice. A suor Damjana Tramte, dopo i sei anni di dedizione alla missione compiuta con responsabilità e amore alle sorelle, segue suor Marija Šimenc. Significativo il suo primo gesto: consegnare nelle mani dell’Ausiliatrice tutte le sorelle affidatele e scritte su una bella pergamena.

La festa poi è sfociata nell’agape fraterna, dove quasi tutte le FMA dell’Ispettoria, giovani e laici si sono ritrovati insieme per una condivisione gioiosa. La sorpresa molto gradita è stata la “visita” di Madre Mazzarello e di don Bosco che “in persona” hanno offerto un mazzo di fiori richiamando i tratti principali del carisma ricevuto dal Signore e che con soddisfazione osservano dal Cielo crescere e svilupparsi nella Chiesa e nella società per il bene di tanti bambini e adolescenti. Ogni fiore è stato un richiamo ad essere nell’oggi, nella comunione pur nella diversità dei colori e delle forme, quello che i nostri Fondatori hanno appena abbozzato nel loro tempo.

Nella solennità della Trasfigurazione del Signore poi si sono unite tutte attorno a suor Katja Balazic che, nella splendida parrocchia di S. Francesco di Ljubjana dove lei stessa da ragazza guidava il coro dei bambini, ha emesso i voti perpetui nelle mani della Consigliera generale Visitatrice suor Marija Pece. É stato bello sentir cantare il Veni Sposa Christi da un coro di giovani e costatare quanta armonia vibrava nella Chiesa dove i carismi francescano e salesiano si intrecciavano in note melodiose, con l'animazione di bellissimi cori giovanili e con la presenza del Vescovo salesiano, mons. Peter Štumpf, e di tanti sacerdoti.

Queste feste hanno rinnovato in tutte le FMA il senso di una profonda gratitudine per il dono della vocazione e hanno risvegliato nel cuore l’impegno di renderla sempre più visibile e profetica nella Chiesa di oggi, con i giovani e le giovani che ci sono affidate.

0 Commenti Scrivi un commento

    Non ci sono commenti
  • Scrivi un commento