Notizie

Verso il Sinodo dei giovani

Immagine correlata a Verso il Sinodo dei giovani

Si tiene il 13 gennaio 2017, presso la Sala Stampa della Santa Sede, la Conferenza Stampa di presentazione del Documento preparatorio della XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, in programma per l'ottobre 2018, sul tema: "I giovani, la fede e il discernimento vocazionale".
Alla conferenza interverranno Em.mo Card. Lorenzo Baldisseri, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi; S.E. Mons. Fabio Fabene, Sotto-Segretario del Sinodo dei Vescovi; e due giovani, Elvis Do Ceu Nicolaia Do Rosario e Federica Ceci.

Si può seguire l'evento dalle 11.00 alle 12.30: http://www.news.va/.

Papa Francesco, ha scelto il tema del prossimo Sinodo «dopo aver consultato, come è consuetudine, le Conferenze episcopali, le Chiese orientali cattoliche sui iuris e l'Unione dei superiori generali, nonché aver ascoltato i suggerimenti dei Padri della scorsa Assemblea sinodale e il parere del XIV Consiglio ordinario». Una decisione che dimostra la "sollecitudine pastorale della Chiesa verso i giovani". Questo tema «intende accompagnare i giovani nel loro cammino esistenziale verso la maturità affinché, attraverso un processo di discernimento, possano scoprire il loro progetto di vita e realizzarlo con gioia, aprendosi all'incontro con Dio e con gli uomini e partecipando attivamente all'edificazione della Chiesa e della società».

Il Papa invita a porsi in ascolto dei giovani in primo luogo intercettandoli nel loro cammino di vita cristiana. Il «discernimento vocazionale» riguarda tutte le scelte di vita, come l'impegno nel matrimonio, negli studi, nel lavoro. Il tema dei giovani è destinato a far 'uscire' la Chiesa per incontrare chi nella nostra società ha a cuore i giovani, dialogando con i diretti interessati. Un cammino denso di suggestioni e di spunti, un viaggio della Chiesa nella condizione giovanile oggi, iniziando dalle sue domande esistenziali e religiose.

Don Michele Falabretti, responsabile nazionale per la Pastorale giovanile (CEI) afferma che il Sinodo è «una grande opportunità che ci dobbiamo giocare bene, non solo per aprire un confronto franco tra chi con loro lavora tutti i giorni - e penso alle pastorali giovanili diocesane - ma anche perché porterà noi adulti a interrogarci sulla nostra fede».
L'annuncio è stato una «sorpresa», che va sfruttata al meglio per 'aprire gli occhi' sui giovani. "Mi auguro - sottolinea Falabretti - che la Chiesa e gli adulti non li guardino in questi due anni che ci separano dall'evento da lontano, come se registrassero i loro movimenti attraverso una telecamera montata su un drone, ma che li accompagnino nel cammino. Oggi i nostri ragazzi hanno bisogno di testimoni e di padri, di qualcuno che gli faccia vedere il lato promettente della vita".

0 Commenti Scrivi un commento

    Non ci sono commenti
  • Scrivi un commento