Notizie

Emergenza Inondazioni in Paraguay

Asunción (Paraguay) Immagine correlata a Emergenza Inondazioni in Paraguay

1° gennaio 2016. Piogge torrenziali scatenate dal fenomeno meteorologico noto come 'El Nino' hanno causato lo straripamento di vari grandi fiumi in Paraguay, Argentina, Brasile e Uruguay, con un bilancio provvisorio di decine di migliaia di sfollati. La zona più colpita è il Paraguay centrale, dove l'esondazione del fiume Paraguay ha causato danni nella capitale Asuncion.
Le Figlie di Maria Ausiliatrice sono presenti con quattordici case. Suor Leandra Romero, l'Ispettrice dell'Ispettoria San Raffaele Arcangelo (PAR), ci informa sulla situazione concreta delle nostre case e sull'emergenza alluvione.

«Le nostre comunità non sono direttamente colpite, la comunità di Villeta è quella più a rischio, ma per ora non c'è forte pericolo. Le grandi piogge hanno colpito la zona centrale e tutto il Sud. Centinaia le famiglie senza casa, 20.000 le famiglie evacuate, 130.000 le persone colpite.
Le FMA collaborano con le Istituzioni governative per sostenere i Comuni delle zone più colpite, grazie alle donazioni da parte dei governi di Taiwan, dell'Associazione Donne coreana, delle ONG operanti sul territorio e i movimenti ecclesiali.
I giovani sono impegnati nella raccolta e smistamento di alimenti che vengono consegnati presso il centro arcidiocesano di Pastorale che ha il compito, con i volontari militari e movimenti giovanili ecclesiali, della distribuzione di cibo, generi alimentari, vestiti, acqua, assistenza sanitaria ai più colpiti con la costruzione di case prefabbricate nei villaggi della città.
L'emergenza più grande è il rischio della contaminazione delle acque. Sono necessari circa 80.000 litri di acqua al giorno solo per la zona di Alberdi, ad ora c'è la disponibilità di solo 5000 litri. La richiesta di acqua è fondamentale. Il nostro impegno è anche cercare di ospitare famiglie che ne fanno richiesta. Molte zone sono irraggiungibili, perché l'acqua ha distrutto anche le strade.
Le persone colpite dalle inondazioni ora hanno bisogno di alimenti, come zucchero, riso, farina, pasta, fagioli, erbe aromatiche, caffè, olio e prodotti da forno secchi. Sono necessari anche saponi, detergenti, sacchi per la spazzatura e pannolini usa e getta, insieme a borse, ghiaccio, tende, scatole per l'imballaggio e nastri».

Nel suo messaggio per il 1° gennaio 2016 il Papa ha ricordato che "l'indifferenza nei confronti del prossimo assume diversi volti... Quasi senza accorgercene, siamo diventati incapaci di provare compassione per gli altri, per i loro drammi, non ci interessa curarci di loro". A fronte di tali dolorose situazioni, le FMA, le Comunità educanti e il MGS del Paraguay hanno manifestato concretamente la loro prossimità e solidarietà per far fronte ai disastri causati da "el Niño".

2 Commenti Scrivi un commento

  • Sr Marie Claire10/01/2016 23:00:00Queridas Hermanas, a Ustedes y a todas las poblaciones en dificultad a causa de la inundacion, llegue nuestras fraternas simpatias y nuestra humilde oracion. El Senor, dador de todo bien escuche una vez mas el grido de su puebllo afligido y le concede el necesario para vivir y continuar a experimentar su amor misericordioso. Con carino y oracion, Sor Marie Claire Jean y las Hermanas de AFM.
  • Maria Luz Monroy09/01/2016 23:00:00Queridas hermanas, nos unimos a su dolor a través de la oraciòn y dentro de nuestras posibilidades, cooperaremos para solucionar un poco las necesidades materiales.
  • Scrivi un commento